Mezzi per la manutenzione e la costruzione
dell'infrastruttura ferroviaria

I contenuti della pagina sono aggiornati al 01.12.2013

 

NUOVO SISTEMA DI MARCATURA DEI MEZZI D'OPERA CHE POSSONO CIRCOLARE IN REGIME DI INTERRUZIONE

A cominciare da Aprile 2011, i mezzi d'opera di RFI utilizzati per la manutenzione e la costruzione dell'infrastruttura ferroviara che possono circolare in regime di interruzione di binario, saranno immatricolati in un nuovo registro unico dei mezzi d'opera e saranno individuati con un codice identificativo numerico a sette cifre del tipo:

IT-RFI nnxxxx-a

dove:

nn:  due cifre indicati la classe del mezzo;

xxxx: quattro cifre progressive rispetto ai veicoli appartenenti ad una stessa classe;

a: cifra di autocontrollo calcolata come indicato sotto.

 

La immatricolazione dei mezzi d'opera già esistenti nel nuovo registro unico sarà effettuata entro un determinato periodo.

 

Cifre 1ª e 2ª: classe del mezzo

Cifre Classe del mezzo
01 Caricatore idraulico strada-rotaia
02 Mezzo strada-rotaia
03 Rincalzatrice
04 - -
05 - -
06 Profilatrice
07 Catto trasporto/scarico rotaie
08 Carro tesatura
09 Diagnostica nazionale
10 Mezzo d'opera per rilievi geometrici
11 Mezzo d'opera per ispezione ponti
12 Gru varo travi
13 Mezzo d'opera con fresa decespugliante
14 Rimorchio
15 Autocarrello
16 Autoscala
17 Carro/carrozza
18 Posizionatrice
19 Risanatrice
20 Saldatrice a scintillio
21 Stabilizzatrice/compattatrice
22 Sollevatrice/allineatrice
23 Autocarrello sgombraneve
24 Carotatrice
25 Svolgibobine
26 Scala motorizzata
27 Locomotore
28 Treno molatore
29 Treno di rinnovamento
30 Treno diserbante
31 SSEM: sottostazione elettrica mobile

 

Cifre 3ª, 4ª, 5ª e 6ª

Progressivo di immatricolazione del mezzo.

 

Cifra 7ª: Cifra di autocontrollo

Serve per verificare la corretta trascrizione del numero del veicolo. Si calcola, inserendo in precedenza delle sei cifre suddette il numero "9839", e moltiplicando per 2 le cifre di posto dispari (partendo da destra!) e lasciando inalterate quelle di posto pari. Si sommano tutti i risultati e si considerà la cifra dell'unità della somma ottenuta. La cifra di autocontrollo è data dalle unità che mancano per arrivare a 10.

Esempio:

Numero del veicolo 9 8 3 9 2 7 0 0 5 4 a
Moltiplicatore   x 2   x 2   x 2   x 2   x 2  
Risultato della moltiplicazione 9 16 3 18 2 14 0 0 5 8  
Somma dei prodotti parziali 75 ---> cifr√† dell'unit√† = 5  
Unità mancanti per arrivare a 10 5 ---> unità mancanti per arrivare a 10 ----> 5

 

L'identificativo del mezzo d'opera sarà pertanto: IT-RFI 270054-5.

 

VECCHIO SISTEMA DI MARCATURA (in fase di modifica da Aprile 2011)

I mezzi per la manutenzione e la costruzione dell'infrastruttura ferroviaria, circolanti esclusivamente su rotaia, sono contraddistinti da un codice alfanumerico di 12 caratteri così individuato (il numero 1 o 2 riportato sopra il codice indica la posizione dispari o pari del carattere per il calcolo del carattere finale di controllo):

1 2 1 2 1 2 1 2 1 2 1 x
C   U   T T T   C M   N N N N   A

Dove:

C indica la categoria del mezzo (carattere alfabetico).

U indica l'utilizzatore (carattere alfabetico).

TTT indica la tipologia del mezzo (caratteri alfabetici).

CM indica la sigla automobilistica del Compartimento (Direzione Compartimentale Infrastruttura) di appartenenza del mezzo o, per i mezzi delle Ditte, della sede della Commissione Rilascio Libretti competente (caratteri alfabetici).

NNNN indica il numero progressivo del mezzo (caratteri numerici).

A indica il carattere alfabetico di autocontrollo (carattere alfabetico).

 

Per i mezzi strada/rotaia è prevista solo la marcatura numerica uniforme UIC e un codice letterale ridotto di identificazione così fatto:

I-CM XXXX

Dove CM indica la sigla automobilistica del Compartimento (Direzione Compartimentale Infrastruttura) nel cui ambito ricade la residenza dell'utilizzatore del mezzo (vedi tabella al punto 5) e XXXX indica ill codice letterale che identifica la tipologia del mezzo (vedi tabella al punto 4a).

Es.: I-GE ASCS (Autocarro di soccorso strada/rotaia del settore armamento della Protezione Civile o dei Vigili del Fuoco il cui utilizzatore ha sede nell'ambito della giurisdizione della DCI di Genova).

 

1. Marcatura numerica uniforme UIC

Dal mese di Dicembre 2005 la UIC ha stabilito anche una marcatura numerica uniforme per i "veicoli speciali" (ovvero quelli trattati in questa pagina).

La marcatura numerica uniforme è composta da 12 cifre in analogia a quella dei veicoli viaggiatori e merci.

La prima cifra della marcatura è sempre "9".

La seconda cifra della marcatura è stabilita nazionalmente ma è consigliato l'uso della cifra "9".

La terza e la quarta cifra indicano lo stato di immatricolazione del veicolo speciale utilizzando i codici nazionali previsti per la marcatura dei rotabili.

La quinta cifra è sempre "9".

 

2. Categoria dei mezzi (sesta cifra)

6ª cifra UIC Categoria Velocità (km/h)
In circolazione autonoma In composizione ai treni In fase di lavoro
1 A >= 100 km/h >= 100 km/h (*)
2 B < 100 km/h >= 100 km/h (*)
3 C non ammesso >= 100 km/h < 20 km/h
4 D < 100 km/h < 100 km/h (*)
5 E non ammesso < 100 km/h < 20 km/h
6 F (**) < 100 km/h non ammesso (*)
7 G (**) non ammesso non ammesso < 20 km/h
8 veicolo strada/rotaia (***) < 100 km/h < 100 km/h (*)
9 veicolo strada/rotaia (***) < 100 km/h non ammesso < 20 km/h
0 veicolo strada/rotaia (***) non ammesso non ammesso < 20 km/h
- - W (****) < 100 km/h non ammesso (*)

(*): secondo le caratteristiche e/o l'utilizzazione del mezzo.

(**): La massa minima di tali mezzi deve essere di 9 tonnellate. Per i mezzi con massa inferiore a 9 tonnellate vedi il codice letterale "W".

(***): Per questi mezzi è prevista solo una marcatura numerica in base alle norme UIC e un codice letterale speciale.

(****): Mezzi con massa inferiore a 9 tonnellate non rientranti nelle altre classificazioni. Per questi mezzi non è prevista la marcatura numerica UIC ma solo quella alfanumerica FS.

I mezzi delle categorie A, B e C possono essere ammessi anche al traffico internazionale in composizione almeno a treni merci in regime di velocità S per le reti Europee che hanno rilasciato specifica autorizzazione. I mezzi delle altre categorie possono essere ammessi al traffico internazionale solo con speciali condizioni.

 

3. Utilizzatore del mezzo

Codice
utilizzatore
Utilizzatore
A RFI settore Armamento
E RFI settore Impianti Elettrici
D Ditta appaltatrice

 

4. Tipologia del mezzo

Codice Tipo di mezzo Settore di utilizzo Denominazione mezzo
MAL Mezzo operatore Armamento Allineatrice
MCR Mezzo operatore Armamento Carotatrice
MCM Mezzo operatore Armamento Compattatrice
MPS Mezzo operatore Armamento Posizionatrice
MPR Mezzo operatore Armamento Profilatrice/spazzolatrice
MRN Mezzo operatore Armamento Rincalzatrice e/o livellatrice e/o allineatrice
MRS Mezzo operatore Armamento Risanatrice
MSL Mezzo operatore Armamento Saldatrice
MST Mezzo operatore Armamento Stabilizzatrice
ACS Autocarrello Armamento Autocarrello cisterna
ADC Autocarrello Armamento Autocarrello decespugliatore
AIP Autocarrello Armamento Autocarrello  ispezione ponti
ALG Autocarrello Armamento Autocarrello  leggero
APS Autocarrello Armamento Autocarrello pesante
ARL Autocarrello Armamento Autocarrello rilievo geometria binario
ASG Autocarrello Armamento Autocarrello sgombraneve
ACR Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello non specificamente attrezzato
AGR Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello con gru
ALB Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello per lubrificazione linea TE
AVL Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello per visita linea TE
AMS Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello per misure
AIS Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello leggero tipo IS
ASL Autocarrello Impianti Elettrici Autoscala leggera
ASP Autocarrello Impianti Elettrici Autoscala pesante
APV Autocarrello Impianti Elettrici Autoscala polivalente
ARL Autocarrello Impianti Elettrici Autocarrello recuperatore linea TE
LRN Mezzi leggeri Armamento Rincalzatrice leggera
LSF Mezzi leggeri Armamento Sfilatraverse
LSL Mezzi leggeri Armamento Sollevatrice/allineatrice
RCH Mezzi d'opera rimorchio Armamento Rimorchio non specificamente attrezzato
RFT Mezzi d'opera rimorchio Armamento Rimorchio per autocarrelli Fiat
RCH Mezzi d'opera rimorchio Impianti Elettrici Rimorchio non specificamente attrezzato
RPB Mezzi d'opera rimorchio Impianti Elettrici Rimorchio portabobine
RPR Mezzi d'opera rimorchio Impianti Elettrici Rimorchio portabobine recuperatore
RPM Mezzi d'opera rimorchio Impianti Elettrici Rim. portabobine recuperatore motorizzato
RSC Mezzi d'opera rimorchio Impianti Elettrici Rimorchio scala
RSM Mezzi d'opera rimorchio Impianti Elettrici Rimorchio scala motorizzato
TCN Treni cantiere Armamento Treno consolidamento piattaforme
TML Treni cantiere Armamento Treno molatore
TRN Treni cantiere Armamento Treno rinnovamento
CRR Carrozze e carri ferrov. Armamento Carro non specificamente attrezzato
COF Carrozze e carri ferrov. Armamento Carro officina
CGR Carrozze e carri ferrov. Armamento Carro gru
CSR Carrozze e carri ferrov. Armamento Carrozza spogliatoio/refettorio
CMS Carrozze e carri ferrov. Armamento Carrozza di misura
CRR Carrozze e carri ferrov. Impianti Elettrici Carro non specificamente attrezzato
CTF Carrozze e carri ferrov. Impianti Elettrici Carro di tesatura frenata della linea TE
CTM Carrozze e carri ferrov. Impianti Elettrici Carro di tesatura frenata linea TE motorizz.
CFF Carrozze e carri ferrov. Impianti Elettrici Carro officina
CPP Carrozze e carri ferrov. Impianti Elettrici Carrozza o carro appoggio

Per i mezzi non compresi nella suddetta tabella, il codice sarà stabilito di volta in volta dalla Commissione Centrale di Omologazione.

 

4a. Codice letterale dei mezzi strada/rotaia

Codice Tipo di mezzo Settore di utilizzo Denominazione mezzo
AGRS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro con gru
AIPS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro ispezione ponti
ASRS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro saldatura rotaie
ADDS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro diserbamento/decespugliamento
ARMS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro rilievo misure (binario/linea di contatto/profilo limite ostacoli)
ASCS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro soccorso (protezione civile/Vigili del fuoco)
ABTS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro betoniera
ACSS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro cisterna
ALPS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro lavaggio e pulizia galleria
ANSS Autocarri strada-rotaia Armamento Autocarro non specificatamente attrezzato
AVTS Autocarri strada-rotaia Armamento Autovettura
APLS Autocarri strada-rotaia Impianti elettrici Autocarro con piattaforma elevabile
GSMS Gru semoventi (caricatori) strada-rotaia Armamento Gru semovente (caricatore)
GPLS Gru semoventi (caricatori) strada-rotaia Impianti elettrici Gru semovente (caricatore) con piattaforma elevabile
GNSS Gru semoventi (caricatori) strada-rotaia Armamento o Impianti elettrici Gru semovente (caricatore) non specificatamente attrezzata

 

 

5. Sigla compartimentale o della Commissione Rilascio Libretti

Sigla Compartimento o sede
della Commissione R.L.
TO Torino
MI Milano
GE Genova
VR Verona
VE Venezia
TS Trieste
BO Bologna
FI Firenze
AN Ancona
RM Roma
NA Napoli
BA Bari
RC Reggio di Calabria
PA Palermo
CA Cagliari

 

6. Carattere di controllo

Il carattere di controllo (12¬į carattere alfabetico del codice) viene calcolato con il seguente metodo.

Ad ogni carattere alfanumerico viene assegnato un valore in base alla seguente tabella ed alla posizione nel codice (casella di ordine pari o dispari).

Lettere A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Caselle Pari 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25
Dispari 1 0 5 7 9 13 15 17 19 21 2 4 18 20 11 3 6 8 12 14 16 10 22 25 24 23
Numeri 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9                                
Caselle Pari 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9                                
Dispari 1 0 5 7 9 13 15 17 19 21                                

I valori così ottenuti vanno sommati fra di loro e divisi per 26. Quindi va calcolato il RESTO che, pertanto, avrà un valore compreso fra 0 e 25.

Tale valore va convertito nel corrispondente carattere alfabetico, che costituisce il carattere di controllo, secondo la tabella seguente.

Valore del resto 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25
Carattere di controllo A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z