Segnali principali delle ferrovie slovene

I contenuti della pagina sono aggiornati al 11.11.2012.

INTRODUZIONE

La mia conoscenza sulla segnaletica Slovena nasce dal periodo di lavoro nella stazione di confine di Gorizia C.le che mi ha permesso di avere un continuo scambio "culturale" con i colleghi di Nova Gorica (che fortunatamente parlano anche Italiano). Inoltre, per interesse personale, ho conseguito l'abilitazione alla scorta dei treni nel tratto di confine fra Gorizia C.le e Nova Gorica che comporta la conoscenza della segnaletica slovena in uso in tale tratto. Ultimamente ho provveduto a curare le pagine del Fascicolo Orario n° 68 di Trieste (Linea Nova Gorica - Gorizia C.le) relative alle norme di circolazione sul suddetto tratto di confine.

Iniziamo descrivendo i Segnali Principali e di Avviso (Glavni Signali e Predsignali). Nelle stazioni i segnali sono detti segnali di "entrata" (equivalenti ai nostri segnali di protezione) e segnale di "uscita" (i nostri segnali di partenza).

Si prosegue con i segnali per i deviatoi e quelli per i movimenti di manovra, quindi con i segnali di protezione dei passaggi a livello e quelli incontrati in linea per indicare i rallentamenti o eventuali pericoli. Infine una descrizione di altri segnali vari (palette di comando, circuiti di binario, ecc.).

Na svidenje.

 

 

GeneralitĂ 

I segnali per i treni si dividono in "Segnali Principali" (equivalenti ai nostri segnali di 1ÂŞ ctg.) detti "Glavni signali" e in "Segnali di avviso" detti "Predsignali".

 


Quando un segnale è fuori servizio viene sussidiato da due tavole bianche a croce.





Nel segnalamento sloveno non esiste un equivalente dei nostri aspetti "giallo lampeggiante" e "giallo/giallo". L'esistenza di distanze ridotte di frenatura viene regolata riducendo la velocità di marcia (ad esempio velocità ridotta di 60 km/h data dal segnale principale pur se il treno è ricevuto su tracciato corretto.

 

Segnali principali

I Segnali principali sono formati da uno schermo nero di forma rettangolare con i bordi arrotondati. Sono normalmente composti da quattro luci disposte verticalmente. Alcuni segnali possono avere solo tre luci. Sono considerati obsoleti i segnali a sole due luci.

Ogni luce proietta un solo colore: rosso, giallo o verde. Il colore giallo ed il verde possono essere fissi o lampeggianti. Nei segnali "principali" l'aspetto fisso indica una restrizione da rispettare sul posto, quello lampeggiante una restrizione da rispettare al successivo segnale.

Il palo del segnale e a bande bianche e nere se il segnale principale è semplice (enopomenski) oppure è a bande bianche e rosse se ha accoppiato l'avviso di un successivo segnale principale (dvopomenski).

La tabella nera con una lettera (per esempio “A”) in bianco individua la sigla del segnale.

 

Aspetti dei segnali principali SZ comparati con il relativo aspetto del segnalamento italiano in RFI

Aspetto Significato Comportamento del macchinista Aspetti corrispondenti in RFI
     Via Impedita

Una luce rossa fissa
Il macchinista deve fermarsi senza oltrepassare il segnale.
  Via libera con avviso di via libera o "prudenza"

Una luce verde fissa
Via libera. Se il segnale è a "due significati" (palo a bande bianche e rosse), il segnale preavvisa un successivo segnale a luce verde fissa (via libera) o gialla fissa (prudenza).   
  Prudenza

Una luce gialla fissa
Via libera con prudenza. Il successivo segnale è a via impedita.
Non sono richieste particolari precauzioni o riduzioni di velocitĂ  nel superare un segnale a via libera, come previsto nel regolamento RFI, qualora si fosse superato il precedente segnale a luce gialla fissa (avviso di via impedita). 
 
  Via libera a velocitĂ  ridotta

Una luce verde fissa sopra una luce gialla fissa
Via libera con conferma di riduzione di velocitĂ  a seconda delle indicazioni mostrate dal precedente segnale o di quanto indicato nell'orario di servizio (Vozni red) nell'apposita colonna relativa alla velocitĂ  da tenere in deviata.   
  Via libera con avviso di velocitĂ  ridotta

Una luce verde lampeggiante 
Via libera alla velocitĂ  massima ammessa con avviso di via libera con riduzione di velocitĂ .     oppure    oppure    
  Via libera a velocitĂ  ridotta con avviso di via impedita  Via libera con conferma di riduzione di velocitĂ  a seconda delle indicazioni mostrate dal precedente segnale o di quanto indicato nell'orario di servizio (Vozni red)
nell'apposita colonna relativa alla velocitĂ  da tenere in deviata.
Avvisa un successivo segnale disposto a via impedita. 
 
  Via libera a velocitĂ  ridotta preavvisa via libera o prudenza

Una luce gialla lampeggiante sopra una luce verde fissa 
Via libera con conferma di riduzione di velocitĂ  a seconda delle indicazioni mostrate dal precedente segnale o di quanto indicato nell'orario di servizio (Vozni red)
nell'apposita colonna relativa alla velocitĂ  da tenere in deviata.
Avvisa un successivo segnale disposto a via libera o che indica "prudenza".
 
  Via libera a velocitĂ  ridotta preavvisa via libera a velocitĂ  ridotta

Una luce gialla lampeggiante sopra una luce verde lmapeggiante
Via libera con conferma di riduzione di velocitĂ  a seconda delle indicazioni mostrate dal precedente segnale o di quanto indicato nell'orario di servizio (Vozni red)
nell'apposita colonna relativa alla velocitĂ  da tenere in deviata.
Avvisa un successivo segnale disposto a via libera a velocitĂ  ridotta. 

o aspetti rosso-giallo/verde lampeggianti contemporaneamente o alternativamente 
  Ingresso o uscita dalla stazione con marcia prudenziale

Una luce rossa sopra una luce gialla lampeggiante
Il macchinista può entrare o uscire dalla stazione con marcia prudenziale non superando la velocitĂ  massima di 20 km/h.  oppure   

 

 

 

 

Segnali di avviso

I segnali di avviso, riconoscibili per la forma caratteristica dello schermo, hanno sempre lo stante (palo) a strisce bianche e nere. Si noti la parte superiore squadrata che lo distingue dai segnali principali.

La tabella nera con lettere “PB” in bianco indica la sigla del segnale. I segnali di avviso sono individuati con la sigla del relativo segnale principale preceduta dalla lettera "P" (predsignal).

Aspetti dei segnali principali SZ comparati con il relativo aspetto del segnalamento italiano in RFI

Aspetto Significato Comportamento del macchinista Aspetti corrispondenti in RFI
  Avviso di via impedita

Una luce gialla fissa
Il prossimo segnale è a via impedita  
  Avviso di via libera

Una luce verde fissa
Il prossimo segnale è a via libera  
  Prudenza

Una luce gialla fissa
Via libera con prudenza. Il successivo segnale è a via impedita.
Non sono richieste particolari precauzioni o riduzioni di velocitĂ  nel superare un segnale a via libera, come previsto nel regolamento RFI, qualora si fosse superato il precedente segnale a luce gialla fissa (avviso di via impedita). 
oppure    oppure   

 

I segnali di avviso possono essere sussidiati da Tabella indicatrice di velocitĂ  ridotta che, se accesa, va rispettata anche se il segnale presenta luce verde fissa.

Quando il segnale di avviso mostra l'aspetto "verde lampeggiante", in mancanza di tabelle di velocitĂ  il macchinista deve comunque rispettare la velocitĂ  prevista per i binari non di corretto tracciato e riportata nei fascicoli orario editi dalle SĹ˝ (Vozni red).

 

Tabelle indicatrici di velocitĂ  ridotta

I segnali di avviso e principali di ingresso (protezione) possono essere sussidiati da delle tabelle luminose riportanti in giallo o in bianco (rispettivamente per i segnali di avviso e per quelli principali) il numero indicante il valore della velocitĂ  ridotta in decine.

Per esempio il numero "2" indica una velocitĂ  ridotta su itinerario deviato a 20 km/h.

Il numero indicante la velocitĂ  ridotta si accende contemporaneamente alle indicazioni di riduzione di velocitĂ  date dai segnali di avviso o di ingresso.

Qualora il segnale di avviso e quello principale di ingresso indichino velocitĂ  ridotta senza alcuna tabella indicatrice di velocitĂ  (spenta o mancante) significa che la velocitĂ  ridotta da rispettare e di 50 km/h tranne ulteriori riduzioni previste nella fiancata del FO 68 e nell’orario di servizio sloveno (non in possesso del personale FS. 

Indicatore di velocitĂ  per segnale di avviso.
(Avviso di velocitĂ  ridotta a 30 km/h)
Indicatore di velocitĂ  per segnale principale.
(VelocitĂ  ridotta a 30 km/h)

 

Tavole distanziometriche dei segnali di avviso

I soli segnali di avviso possono essere preceduti da tre tavole distanziometriche poste rispettivamente a 100, 200 e 300 metri dal segnale. Le tavole sono bianche con delle bande nere oblique in numero decrescente da 3 ad 1 nel senso di avvicinamento al segnale.

I segnali di avviso sono preceduti, inoltre, da una tavola speciale di orientamento posta a terra 1,5 metri prima del segnale. La tavola ha la forma di un quadrato bianco con una croce nera.

    Tavole distanziometriche di orientamento per segnali di avviso.
(2 bande nere: segnale a 200 metri)