D.P.C. - Itinerari (1)

I contenuti della pagina sono aggiornati al 26.06.2005.

 

Mentre negli A.C.E.I. tradizionali (come quelli esistenti nel posto satellite), il comando di un itinerario viene effettuato mediante la pressione di un apposito pulsante, nei sistemi di telecomando (DCO o DPC) il comando viene dato con mediante una sequenza di tasti digitati sulla tastiera similmente agli A.C.E.I.T. (ACEI a tabulatore).

La sequenza è così costituita:

  1. Funzione da comandare (itinerario);
  2. punto iniziale - origine - dell'itinerario (a due cifre);
  3. punto finale dell'itinerario (a due cifre);
  4. invio del comando (pressione dell'apposito tasto di esecuzione comando.

Nell'esempio supponiamo che la linea dal Bivio a P.M. Vat sia gestita con Blocco conta-assi.

Ad esempio per comandare l'itinerario di transito di un treno da Risano (punto iniziale 02) a P.M. Vat (punto finale 03), la sequenza di comando darà la seguente:

It 0 2 0 3 C

Con la pressione del tasto «C», si ha l'invio della sequenza di comando all'ACEI locale del posto satellite.

Il computer dell'ACEI locale interpreta la sequenza come un comando d'itinerario e predispone i relais come se fosse stato premuto nell'ACEI locale il corrispondente pulsante di itinerario.

Nell'ACEI locale si ha quindi la sequenza di comandi di enti e controlli previsti per qualunque ACEI. Questa serie di operazioni viene controllata dal sistema di telecomando e mostrata sul monitor/QL del posto centrale.

 

Cosa appare sul Q.L.

Fase Immagine Descrizione
1 Bloccamento del punto finale
1a Attesa di bloccamento del punto origine dell'itinerario.
2 Inizio presa di senso del B.ca
3 Stabilizzazione presa di senso del B.ca
4 Bloccamento del c.d.b. finale dell'itinerario.
5 Manovra del deviatoio 01 in posizione rovescia. Notate che viene a lampeggiare il ramo normale ovvero quello in cui si trovava inizialmente il deviatoio prima della manovra dello stesso.
6 Chiusura delle barriere del P.L.
7 Ricevimento del controllo rovescio del deviatoio 01.
8 Ricevimento del controllo di chiusura del P.L.
9 - - Bloccamento del resto del percorso (i c.d.b. di percorso passano tutti al colore verde).
10 Bloccamento del punto origine dell'itinerario.
11 Disposizione a via libera del segnale.

 

It 0 2 0 3 C/N C
Bvx It 0 2 0 3 C/N C

 

Sequenza (animata) di costruzione di un itinerario

 

 

Liberazione normale di un itinerario

Sequenza delle fasi di liberazione normale di un itinerario con il passaggio del treno.

Fase Immagine Descrizione
1 Occupazione del circuito di "occupazione permanente" del segnale di protezione da parte del treno.
2 Disposizione a via impedita del segnale di protezione 02s.
3 - - Occupazione dei c.d.b. rimanenti del percorso (11 e 30)
4 Liberazione del c.d.b. di occupazione permanente del segnale di protezione pur rimanendo ancora il bloccamento del c.d.b. in quanto il blocco conta-assi della tratta di arrivo ancora non si è liberato.
5 - - Liberazione di altri c.d.b. del percorso.
6 Completamento del ciclo di liberazione del blocco conta-assi in arrivo e svincolo della presa di senso del blocco stesso.
7 Liberazione del punto origine 02 dell'itinerario.
8 Sbloccamento dell'itinerario nei vari c.d.b. di percorso già oltrepassati dal treno. Lo sbloccamento del c.d.b. 11 permette la manovra del deviatoio 01. Lo sbloccamento del c.d.b. 30 permette lo sblocco del fermadeviatoio a chiave e la riapertura del PL 01.
9 Occupazione del B.ca 3.
10 Liberazione del c.d.b. 30 e liberazione del punto finale 03.
11 Termine apertura del P.L. di stazione.

 

Sequenza arrivo treno e distruzione automatica itinerario

 

 

 

Liberazione artificiale di un itinerario

Perché distruggere un comando d'itinerario prima che il treno sia passato? I motivi possono essere svariati. 

Proviamo a vederne alcuni:

Indipendentemente da quale sia il motivo, prima di distruggere un itinerario occorre:

Questi controlli sono di facile esecuzione in una stazione presenziata ma per un impianto telecomandato risultano quasi impossibili. 

Ricordiamo che le indicazioni date dal monitor/Q.L. sono da prendersi "con le pinze" specie per quanto riguarda l'occupazione o meno dei c.d.b. di stazione e delle sezioni di blocco di linea!!!

In considerazione di quanto sopra i treni che percorrono le linee a DCO/CTC o vanno verso un posto satellite telecomandato hanno la seguente disposizione fissa:

"Qualora, dopo superato il segnale di avviso di un posto telecomandato, il treno si fermasse o riducesse la velocità sotto i 25 km/h, il macchinista deve considerare il segnale di protezione del posto telecomandato come indicante «via impedita» salvo incontrarlo poi a via libera".

Questo perché la operazione di distruzione artificiale di un itinerario nel posti telecomandati da DCO o DPC è temporizzata a circa 5/6 minuti dall'invio del comando da parte del DCO o DPC (il tempo varia a seconda della velocità massima della linea)! 

Nel nostro posto satellite di esempio, la procedura di chiusura segnali e distruzione di itinerario (p.es. dell'itinerario 02-03) è la seguente:

dIt 0 2 C/N C dIt 0 2 C/N Rip C

Come potete vedere, l'ordine di distruggere il comando d'itinerario si riferisce al numero del punto origine dell'itinerario stesso.

L'invio della precedente sequenza di comando comporta:

Sequenza Monitor Spiegazione
1 L'immediata disposizione a via impedita del segnale che comanda l'itinerario.
2 L'accensione della scritta rossa "dIt" sopra il relativo scudetto di punto origine che resta ancora bloccato.
3a Se il B.ca/BA in arrivo è libero l'immediata liberazione del punto origine con conseguente liberazione del bloccamento di percorso. 
3b Se il B.ca/BA in arrivo è occupato, l'inizio della temporizzazione di 6 minuti, durante la quale il percorso permane bloccato ed al termine della quale si ha la liberazione del punto origine e del bloccamento del percorso se tutti i c.d.b. dell'itinerario risultano liberi.
3c Se anche uno solo dei c.d.b. dell'itinerario permane occupato al termine della temporizzazione dei 6 minuti, l'itinerario stesso permane bloccato e non è sbloccabile dal posto centrale (in questo tipo di impianto) quantomeno dal c.d.b. occupato (o guasto) in poi.
4 - - In altri tipi di impianti di telecomando o di CTC esiste il comando alternativo «LA» che permette la distruzione dell'itinerario (sempre con la temporizzazione suddetta nei casi previsti) anche se un c.d.b. dell'itinerario è occupato.
5 Nell'impianto preso in riferimento, in caso di impossibilità di distruzione completa dell'itinerario, si può riaprire solo il P.L. di stazione svincolando il bloccamento dello stesso in chiusura con il comando:
LPS 0 1 C/N C LPS 0 1 C/N Rip C
6
Anche questo comando prevede una temporizzazione di 6 minuti al termine della quale si ha il comando di apertura delle barriere del P.L.

 

Vai ad inizio pagina