Apparati Centrali Elettrici a pulsanti di Itinerario
(ACEI)

La pagina contiene indicazioni impiantistiche pertanto i contenuti di questa pagina sono da ritenersi aggiornati.

(prima di leggere questa pagina, per una migliore comprensione, occorre aver letto le altre pagine relative
al Regolamento Circolazione Treni, ai segnali, ai deviatoi e ai sistemi di blocco)

 

Generalità
Il Quadro Luminoso
Esempio delle fasi di arrivo di un treno in stazione

 

GENERALITA'

Il Regolamento Circolazione Treni cita:

"Il collegamento di sicurezza è un vincolo, meccanico o elettrico, tra gli organi di manovra di un segnale e i deviatoi ed eventuali altri meccanismi (chiusure di passaggi a livello, scarpe fermacarri, ecc.) interessati dal movimento comandato dal segnale stesso, tale da soddisfare le seguenti condizioni:

  1. per disporre il segnale a via libera è necessario che i deviatoi e gli altri meccanismi interessati siano disposti e assicurati nella posizione voluta;
  2. per rimuovere i deviatoi e gli altri meccanismi da questa posizione, occorre che il segnale sia ridisposto a via impedita."

Queste condizioni sono oggi realizzate mediante dispositivi detti "apparati centrali".

Fra gli apparati centrali prendiamo in considerazione quelli attualmente utilizzati nella maggioranza degli impianti o che stanno per soppiantare i vecchi modelli. Questi apparati sono chiamati Apparati Centrali Elettrici a pulsanti d'Itinerario o A.C.E.I..

Gli A.C.E.I. sono costituiti da un banco di manovra composto di pulsanti e levette e da un Quadro Luminoso (Q.L.) con la rappresentazione schematica dei binari di stazione e degli enti esistenti (segnali, deviatoi, passaggi a livello, scarpe fermacarri, ecc.). Negli A.C.E.I. di nuovo tipo il banco di manovra √® costituito da una o pi√Ļ tastiere elettroniche (A.C.E.I.T. ovvero A.C.E.I. a Tabulatore).

Il Quadro Luminoso ed il banco di manovra sono costituiti da pulsanti, levette e ripetizioni ottiche disposte su di un pannello come nell'immagine che segue.

Quadro luminoso ACEI

 

 

Nel Q.L. suddetto possiamo distinguere:

 

Torna ad inizio pagina